Recensione da “Il mondo di Cri”

Grazie di cuore a Cristina!

Link all’articolo originale

Inizierò dicendovi che questo libro mi ha piacevolmente sorpresa.
L’impero dipinto si presenta come un fantasy, stile Licia Troisi per intenderci, dove l’autrice ha saputo creare un “mondo” alternativo, fatto di terre inventate e diverse tra loro a comporre un vero e proprio impero.
La struttura di base riporta un po’, appunto, ai libri della Troisi (che io adoro, ma già lo sapete) ma comunque prende una strada tutta sua, originale e studiata.
Se l’ho apprezzato?
Direi proprio di si!
Sebbene ultimamente abbia poco tempo ed energie da dedicare alla lettura, questo libro è andato giù come l’acqua.
Più leggevo e più avevo voglia di proseguire, tant’è che leggevo fino a sfinirmi gli occhi e cadere dal sonno.
L’impero dipinto è scorrevole, avvincente e particolare come pochi libri devo ammettere, e per questo è stata una grossa sorpresa.
Ho avuto notizia che è solo il primo volume di quella che si prospetta una trilogia, ammetto che avrei preferito finisse esattamente così, il finale mi ha convinta e, secondo il mio parere, non vi era altro da aggiungere, essendo già perfetto così.
Sono comunque curiosa di vedere ciò che l’autrice si inventerà nel prossimo volume.
La cosa che mi ha colpita di più durante la lettura è certamente il fatto di aggiungere situazioni scomode, intrighi, tradimenti e strategie fra i vari personaggi.
Personaggi caratterizzati e descritti molto bene, da quelli più loschi a quelli più puri di cuore.
Inutile dire che ho subito preso in simpatia Brando, il bellissimo Pantelico Adamantino, nonché uno dei protagonisti della storia.
Mi ha ricordato un po’ lo stampo di personaggi carismatici tipo Sennar (tratto da uno dei libri della Troisi), un ottimo protagonista maschile insomma.
Brando viene descritto come bello, umile, puro, gentile e giusto ma comunque non privo dei normali “difetti” che lo rendono umano come il desiderio verso Vittoria, la protagonista femminile della storia.
Vittoria dal canto suo si presenta come una giovane affascinante e solare, caparbia e sicura di sé, è lei l’anello forte nella coppia, colei che avrà il coraggio di andare contro tutto e tutti per in nome della propria felicità.
Con due protagonisti così forti era normale che gli altri personaggi venissero oscurati, ma l’autrice è stata comunque abilissima nel gestire la storia in modo che quasi tutti avessero un loro angolo, un pezzo di storia personale.
Ed è grazie a questa sua dote se mi sono appassionata ad un altro personaggio: la regina Rachele, una donna forte, elegante e saggia, una vera regina amata dal suo popolo e con una storia alle spalle molto toccante.
La vita non è sempre stata facile per lei, Rachele ha dovuto sacrificare la sua vita e la sua felicità per un bene superiore e ciò le ha scavato una ferita nel cuore insanabile.
Amo sempre i personaggi con una storia “importante”, non ne ho mai fatto mistero, quindi era scontato per me rimanerne colpita.
Faccio quindi i complimenti all’autrice per aver usato una delicatezza e una sensibilità toccanti nel raccontare la storia di questo personaggio.
Che dire di più amici lettori?
Mi vorrei dilungare ancora ma non saprei farlo senza darvi troppe notizie che vi rovinerebbero l’effetto sorpresa che ogni lettore vuole quando inizia a leggere un libro, per cui mi fermo qui.
Aspetterò volentieri di leggere il secondo volume per vedere come procede la storia e cosa aspetta ai miei personaggi favoriti.

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...